Viabuy: caratteristiche e condizioni

Ci sono diverse caratteristiche che rendono interessante un prodotto come la carta Viabuy Mastercard, e tra questi indiscutibilmente vanno considerati l’aspetto dell’anonimato, ed il livello di personalizzazione dei controlli necessari per il suo rilascio, che permettono una rapida evasione della richiesta, senza dover passare per alcuna valutazione di merito, ma semplicemente tramite la sola registrazione e dichiarazione del richiedente.

Trattandosi di una carta prepagata del circuito Mastercard è comunque accettata in tutto il mondo ed anche se viene erroneamente considerata una carta di credito non è in realtà dotata di alcuna linea di credito, una legittima “confusione” dovuta ad un plafond comunque generoso. Ciò fa si che possa essere usata fino ad esaurimento della somma ricaricata su di essa, così da mantenere ancora più alto il livello di sicurezza nell’impiego, senza rinunciare ad alcuni servizi come il noleggio auto, l’acquisto di biglietti, ecc. Molto adatta anche per il business e per razionalizzare i pagamenti (dalle spese di rappresentanza a quelle più inerenti l’attività stessa di una società off shore e non).

Carta Viabuy
Circuito Mastercard
Ricarica con bonifico online 0,00 euro
Plafond Fino a 50.000 euro
Canone annuo 0,00 euro
Deposito minimo prima ricarica 89,70 euro
Commission acquisti ed Internet banking 0,00 euro

Limiti e modalità di ricarica della carta Viabuy Mastercard

A seconda che si voglia un livello più o meno elevato di anonimato, si ha la possibilità di accedere a differenti versioni (disponibili sia per la card Black che oro) e che sono: la versione IDV3 per i quali non sono previsti limiti di ricarica annuale; quella IDV2 dove si può arrivare fino a 15 mila euro; e quella IDV1 fino a 1000 euro.

Ciò è dovuto al fatto che, pur essendo una carta che non viene sottoposta a controlli sofisticati da parte delle varie autorità di controllo locali (vedi anche Guida ai Voucher Ukash), nella versione IDV2 il massimale viene aumentato a seguito di invio di copia di documento, mentre nella IDV3 bisogna inviare la documentazione certificata richiesta. In ogni caso non viene collegata ad alcun conto corrente.

Quindi il solo vero requisito obbligatorio è il compimento dei 18 anni per poterne fare richiesta (vedi anche Requisiti Postepay Twin), e ciò è dovuto al fatto che la carta è dotata di Iban (aspetto che permette di fare bonifici di ricarica in entrata), e di internet banking (nel senso che una volta fatto il login della Viabuy la si può gestire direttamente online), in linea con le carte conto.

Tra i vantaggi, comuni alle varie carte ricaricabili, rimane il fatto che viene rilasciata anche a coloro che risultano in difficoltà nei rimborsi, perché viene emessa senza controlli sul merito creditizio (l’invio avviene nell’arco di una giornata circa) compresi i protestati. Esistono svariate possibilità di ricarica, tra le quali gratuite sono:

  • Instat transfer;
  • bonifico sepa (vedi anche Come fare un bonifico anonimo);
  • versamento in contanti dallo sportello della propria banca (per il quale si deve considerare però l’eventuale commissione richiesta per l’operazione in sé, il che dipende dalle condizioni del proprio conto).

Invece modalità di ricarica, per le quali sono applicate commissioni di 1,75%, sono:

Infine scegliendo (Ukash solo per chi ha ancora voucher disponibili e fino ad esaurimento) Paysafecard bisogna farsi carico di una commissione dell’8,75% (vedi anche Condizioni Paysafacard).

Costi della Viabuy Mastercard

L’emittente PPRO Financial Ltd non prevede alcun costo di attivazione ed il canone annuo di gestione è gratuito per i primi tre anni (dal quarto pari a 29,90 euro): di fatto non costa nulla perché viene rilasciata a canone zero. Si può richiedere una carta aggiuntiva al costo di gestione di 14,90 euro. Per i prelievi c’è un costo fisso di 5 euro, il tasso di cambio è del 2,75%.

Conclusioni sulla carta Viabuy Mastercard

Il tipo di prodotto utilizzato, e le sue potenzialità, sono sempre fortemente condizionati da ciò che serve all’utilizzatore (vedi anche Carte di credito anonime). Un prodotto con queste caratteristiche rappresenta però una soluzione interessante per un buon numero di possibile categorie, soprattutto se si cerca una carta accettata senza difficoltà anche all’estero.

Approfondimento: Conto anonimo offshore.

Consigliamo di contattare in via preventiva la compagnia per assicurarsi se la propria carta è accettata o meno, il veicolo sarà noleggiato con carte di debito/prepagate alla sola discrezione dell’agente di noleggio, che può riservarsi il diritto di non consegnare l’auto qualora non ritenga sufficiente la qualificazione del cliente.