Corea del Sud

La Corea del Sud è uno dei paesi asiatici più progrediti economicamente: è proprio qui che sono localizzate la Samsung e la LG Electronics, ovvero due dei più grandi colossi a livello mondiale del settore tecnologico.

Capitale Seoul
Lingua Coreano
Moneta Won sudcoreano
Forma Istituzionale Repubblica Presidenziale
Imposte principali

Tassazione in Corea del Sud

Imposta persone fisiche

Il principio alla base del sistema impositivo relativo alla tassazione delle persone fisiche, è che i soggetti residenti sosterranno il carico tributario sui redditi ovunque prodotti, mentre i non residenti solo per quelli ivi generati.

In particolare un soggetto è residente in materia tributaria se in Core del Sud:

  1. Risiede o ha domicilio per almeno un anno;
  2. Svolge un’attività lavorativa da almeno 12 mesi;
  3. La propria famiglia detiene società e vive nel territorio nazionale.

Ai fini del calcolo del gettito complessivo è importante specificare che l’imponibile si calcola sommando tutti i redditi percepiti dall’individuo (stipendio, pensione, salario ecc.).

Reddito Imponibile (migliaia di Won) Aliquota Marginale Importo fisso (migliaia di Won)
Fino a 12.000 6%
Da 12.001 a 46.000 15% 720
Da 46.001 a 88.000 24% 5.820
Da 88.001 a 300.000 35% 15.900
Oltre 300.001 38% 90.100

Inoltre tutti i soggetti passivi residenti dovranno pagare una tassa extra per coprire annualmente il 10% del debito pubblico nazionale.

Imposta sulle società

Anche per le persone giuridiche, così come per quelle fisiche, vige il principio tributario secondo il quale i redditi degli enti residenti sono tassati ovunque generati, mentre quelli relativi ai non residenti solo se prodotti all’interno del paese.
L’imponibile è composto dall’utile d’esercizio meno le deduzioni relative ai costi di produzione sostenuti.

La aliquote attualmente in vigore sono:

Imponibile (in migliaia di Won) Aliquota marginale
Fino a 200.000 10%
Da 200.001 a 200.000.000 20%
Oltre 200.000.001 22%

È prevista inoltre una ritenuta pari al 14% sui redditi generati da interessi attivi.

Imposta sul Valore Aggiunto

L’aliquota ordinaria dell’IVA è del 10% e colpisce tutte le importazioni ed i principali scambi di beni e servizi all’interno del territorio nazionale. È prevista l’esenzione per l’assistenza medica, il servizio di trasporto aereo e navale, beni agricoli e di prima necessità.

Convenzioni con l’Italia

Il 14/07/1992 è entrato in vigore l’accordo tra Italia e Corea del Sud per evitare la doppia tassazione dei redditi dei contribuenti.