CheBanca conto corrente – Opinioni sul servizio clienti

Con CheBanca il conto corrente è disponibile in due versioni per i privati e una per i clienti business. Ma indipendentemente dalla scelta, l’anima digital, con gli effetti molto positivi sui costi rimane sempre ad occupare un posto centrale. Infatti sia che si scelga il conto corrente CheBanca o quello Yellow, la certezza è che le operazioni online non costeranno mai nulla.

Conto Conto corrente CheBanca!
Canone annuo 0,00 euro
Costo carta di credito 0,00 euro*
Costo carta bancomat evoluta 0,00 euro

* Con un spesa minima annua effettuata con carta di almeno 5.000 euro.

Guida articolo

Qualche differenza si può avere nel caso di operazioni in filiale, ma a costi sempre estremamente contenuti, chiari e trasparenti. Prima di affrontare gli aspetti più pratici (costi e commissioni) e tecnici (funzionalità dell’internet banking), partiamo da una semplice constatazione: da diversi anni CheBanca conto corrente ha ottenuto opinioni positive sia dagli utenti che da chi è impegnato nell’assegnazione di premi e riconoscimenti.

Perché aprire il conto?

Nella versione standard il conto corrente di CheBanca non prevede alcun costo, comprendendo operazioni online illimitate sempre gratis, così come il bancomat (a zero canone) e la carta di credito (basta raggiungere 5000 euro di spese l’anno).

L’apertura del conto può essere fatta interamente online (anche nel caso di conto cointestato), e non prevede l’applicazione dell’imposta di bollo per chi dovesse superare le giacenze di 5000 euro.

Inoltre, il servizio di portabilità permette di trasferire i servizi che si desidera, con un click, direttamente tramite il servizio di internet banking, immediatamente attivo (ed ovviamente senza alcun costo). Ma tra i servizi meno “frequenti” troviamo quello foreign exchange che permette di prenotare e cambiare valuta straniera sempre tramite home banking.

In più è sempre attiva una promozione molto accattivante. Tra le più frequenti ricordiamo il regalo di cellulari di fascia media, il buono Amazon per arrivare all’attuale buono di 150 euro Piquadro.

Approfondimento: Come fare soldi.

Come funziona la promozione?

Attualmente c’è la promo con Piquadro, ma sia che si tratti del buono Amazon o di altra promozione ci sono tre condizioni di base che bisogna rispettare:

  • provvedere all’apertura del conto Digital o standard online oppure di quello Yellow. Questa deve avvenire entro la data indicata dall’iniziativa;
  • al momento dell’apertura ricordarsi di inserire il codice promozionale indicato dai banner promozionali o nel regolamento dell’iniziativa;
  • entro la scadenza ultima indicata dalla promo, provvedere a attivare il conto e disporre l’accredito dello stipendio o della pensione.

Se sono rispettate tutte le condizioni, in modo digitale, viene assegnato il codice relativo al buono da utilizzare per ottenere lo sconto, di valore pari a quello previsto dall’iniziativa, che andrà inserito nel momento in cui si procede a fare l’acquisto (su Amazon, Piquadro, ecc).

Costi e commissioni

Operando tramite l’ottima app mobile, o il conto online (tramite phone banking o internet banking) si possono fare bonifici (vedi anche Come fare un bonifico anonimo), il pagamento di imposte e tasse (come Mav, Rav, F24), le ricariche telefoniche, e le domiciliazioni bancarie, il tutto sempre a costo zero. I prelievi con il bancomat sono gratuiti sempre, con possibilità di uso anche su Postamat (aspetto questo da non sottovalutare perché lascia piena libertà di utilizzo anche quando si va in paesi che hanno uno sportello Atm dell’ufficio postale ma nessuno di banche!) .

Si ricorda che il bancomat non prevede mai il pagamento del canone annuale di gestione, rientrando nell’lite di quelli effettivamente gratuiti (i prelievi a costo zero sono inoltre illimitati).

Le uniche eccezioni sul piano dei costi sono:

  • bonifici di importo rilevante ovvero per somme che eccedono i 50 mila euro: 5 euro l’uno (vale tanto per i bonifici on line che quelli disposti tramite filiale);
  • canone carte di credito 24 euro (se non si raggiungono 5000 euro di spesa all’anno);
  • operazioni in filiale: 3 euro l’una (non è importante che si tratti di bonifico o altra operazione, se avviene da sportello bancario);
  • invio estratto conto cartaceo (opzione facoltativa e su richiesta) di 80 centesimi;
  • libretto di assegni dal secondo in poi per anno solare: 5,25 euro (il primo per anno solare è sempre gratuito);
  • costo ad assegno circolare libero: 1,5 euro.

Gratis solo online?

Se si attiva l’opzione “filiale”, pagando 2 euro al mese, si ha la possibilità di operare in modo completamente gratuito anche facendo un numero di operazioni illimitato presso una qualsiasi filiale in Italia. Quindi se si presuppone che verrà fatta almeno un’operazione al mese circa tramite filiale, allora converrà sicuramente attivare l’opzione filiale, godendo di un immediato risparmio, e di totale libertà sul come si intende gestire il proprio conto.

Tramite il pagamento dei 2 euro, il conto standard CheBanca viene a costare quanto quello Yellow, ma c’è comunque una differenza significativa di fondo: se si desidera utilizzare il servizio custodia dei titoli allora solo Yellow è in grado di offrire la giusta alternativa. Altrimenti i due conti possono essere considerati quasi intercambiabili, ad eccezione per l’aspetto remunerativo delle giacenze sul conto (il conto standard non prevede costi fissi ma nemmeno un tasso di interesse attivo).

Limiti e massimali

Per i prelievi e i pagamenti non ci sono troppe restrizioni, anche in virtù alla compresenza del circuito sia Bancomat e Pagobancomat che Maestro. Quindi si potranno effettuare prelievi ed acquisti in misura non eccedente:

  • prelievi bancomat: max 500 euro al giorno; max 1500 euro al mese;
  • prelievi Maestro: max 500 euro al giorno; max 3000 euro al mese;
  • acquisto Pagobancomat: max 1500 euro al giorno; max 1500 euro al mese;
  • acquisto su Maestro: max 3000 euro al giorno; max 3000 euro al mese.

Numeri utili e accesso all’assistenza del servizio clienti

Se si vuole comunicare con il servizio clienti, si può usare la chat, la mail, e soprattutto l’ottimo sistema di messaggistica che è interno all’internet banking, e che permette anche di chiedere l’attivazione o la disattivazione di alcuni servizi.

Ovviamente è sempre possibile chiamare il numero verde (da utilizzare anche per bloccare la carta) che è:

  • 800 10 10 30 se si chiama dall’Italia
  • +39 02.32.00.41.41 se si chiama dall’estero

Conclusioni

Il bancomat CheBanca è evoluto, permette di fare acquisti online e tramite il circuito Maestro è accettato in tutto il mondo (dotato anche di tecnologia contactless e microchip). Inoltre ha basse commissioni per le operazioni in divisa estera. La carta di credito prevede uno dei plafond più ampi, arrivando fino a 20 mila euro. Il conto può essere gestito in qualsiasi parte del mondo, è dotato di elevati standard di sicurezza, e ha un servizio di internet banking efficiente e gestibile i ogni situazioni. In più, il servizio clienti, di anno in anno, è votato come uno dei migliori: risposte rapide e qualitativamente molto valide.